Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdì, 23 giugno 2017

''Votate me se non volete i clandestini''
A Palermo le frasi shock del leghista

Il salviniano Vozza contro il candidato del Bangladesh schierato da Sinistra comune: "Con lui la città si riempirà di migranti"

PALERMO - "Se volete riempire Palermo di clandestini, allora votate 'sto tizio e il suo amico Orlando. Se invece volete bloccare l'invasione e avere una città libera dalla delinquenza, votate me". E' quanto ha scritto in un post su Facebook Francesco Vozza, ex segretario provinciale di "Noi con Salvini" e candidato al Consiglio comunale di Palermo nella lista di Matteo Salvini.

Obiettivo del post di Vozza pubblicato sul social network è Md Alamin, candidato al consiglio comunale nella lista Sinistra comune e rappresentante della comunità del Bangladesh alla consulta delle culture di Palermo.

"Vivo a Palermo da quando ho 5 anni e ho completato in Italia tutto il mio percorso scolastico", ha scritto Alamin nel suo profilo ufficiale della lista. Sinistra comune annuncia una querela per diffamazione e propaganda fondata sull'odio razziale. "Siamo onorati di avere Alamin nelle nostre liste per il rinnovo del consiglio comunale di Palermo. Quello che ci disgusta è il razzismo e la xenofobia a uso elettorale di tale Francesco Vozza, che apprendiamo essere candidato nella lista a sostegno della candidato sindaco La Vardera".

"Sui social, stamani - prosegue il partito - questo imitatore di Salvini si scaglia contro la nostra lista e contro il nostro candidato accusandoci di 'voler riempire Palermo di clandestini' e usando parole spregevoli nei confronti di Alamin. Da mesi, ne è prova il suo diario social, Vozza alimenta con menzogne, disinformazione, pacchiana ignoranza una disgustosa campagna xenofoba e apertamente razzista, evidentemente sperando di conquistare qualche spazio e trafiletto utile per ottenere un briciolo di notorietà e racimolare qualche consenso elettorale. Procederemo a una denuncia in sede penale e civile contro Vozza con richiesta risarcimento economico da devolvere alle ong che giornalmente salvano vite nel canale di Sicilia".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.