Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 23 luglio 2017

Nasce la figlia, fuochi d'artificio
sul tetto dell'ospedale

Gela: fiero dei suoi festeggiamenti il neo papā pubblica il video su Facebook. E il Vittorio Emanuele non gradisce

GELA (CALTANISSETTA) - Un neo papà di Gela per festeggiare il figlio appena nato ha fatto esplodere fuochi d'artificio sul tetto della cabina elettrica dell'ospedale, facilmente raggiungibile dall'esterno e visibile da moglie e parenti sul terrazzino dell'unità operativa di ostetricia e ginecologia.

All'autore è sembrata così geniale la sua trovata che ha voluto pubblicarla sul proprio profilo Facebook, postando il video dei fuochi d'artificio. Poco importa se persino il codice della strada prevede il divieto di segnali acustici nelle adiacenze dei luoghi di cura.

Ora la direzione sanitaria del Vittorio Emanuele, che si è detta all'oscuro della vicenda, sta cercando di appurare se esistono responsabilità a carico del proprio personale e se sono state violate le norme di sicurezza per, eventualmente, segnalare i fatti all'autorità giudiziaria.




Per commentare l'articolo č necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, č possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso č necessaria la verifica, basterā cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.