Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
lunedý, 24 luglio 2017

Pubblicato: 16/05/2017

Un prete tra i complici dei Laudani

Operazione della Dda di Milano: don Giuseppe Moscati Ŕ indagato per emissione di fatture false

MILANO - Anche un sacerdote è indagato nell'inchiesta della Dda di Milano su una presunta associazione per delinquere legata alla cosca mafiosa Laudani che si sarebbe infiltrata in appalti della Lidl e in una società di security che si occupa anche di vigilanza nel tribunale milanese.

Si tratta, come si legge negli atti, di don Giuseppe Moscati, "amministratore unico della Edizioni Musicali III Millennio srl, con sede in Roma", accusato di aver emesso fatture false per operazioni inesistenti "per un ammontare" di 12.200 euro. Proprio attraverso un "complesso sistema" di false fatture, a cui si sarebbero prestati molti soggetti, tra cui anche il sacerdote, infatti, la presunta associazione per delinquere - che aveva tra i capi Emanuele Micelotta e Giacomo Politi, due degli arrestati e che gestivano il consorzio Sigilog - avrebbe creato una "provvista occulta" da inviare in Sicilia a uomini della cosca. Un invio di denaro con cui gli arrestati avrebbero ottenuto appalti Lidl nell'isola, mentre con quei soldi la cosca dava sostentamento agli affiliati detenuti.

Don Giuseppe Moscati, anche cantautore e direttore delle 'Edizioni musicali III Millennio', come emerge dall'ordinanza del gip di Milano Giulio Fanales, emessa su richiesta del procuratore aggiunto Ilda Boccassini e del pm Paolo Storari, è indagato "quale legale rappresentante di Edizioni Musicali III Millennio srl" perché "al fine di consentire a Sigilog srl di evadere le imposte sui redditi e l'Iva, emetteva le seguenti fatture per operazioni inesistenti per un ammontare di 12.200 euro". Reati che avrebbe commesso a Cinisello Balsamo, nel Milanese.




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.