Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedý, 23 maggio 2017

Pubblicato: 14/05/2017

Lagalla: "Sicilia modello Macron"

L'ex rettore ha presentato a Catania il suo progetto Idea Sicilia: "Mobilitiamo energie nuove per una start up politica che superi le ideologie"

CATANIA - Grande partecipazione allo spazio Sal di Catania per la presentazione di Idea Sicilia, il gruppo di animazione politica fondato dal professore Roberto Lagalla, ex rettore dell'università di Palermo e componente del Cnr.

"Non è l’ennesimo partito politico – dichiara Roberto Lagalla – è un gruppo di animazione nato dall’idea forte di rimettere la politica al servizio dei cittadini, recuperando il valore di servizio della politica. Occorre guardare al futuro in modo diverso, recuperare il senso del rapporto con le persone e finalmente poter dire ai giovani che per loro esiste un futuro anche in Sicilia".

"La nostra Regione è ancora troppo lontana da quei processi di sviluppo che percorrono altre parti del nostro Paese, questo deve cambiare, abbiamo necessità di rilanciare l’economia siciliana sulla base di una programmazione originata dai territori e per i territori. La storia di Macron è la storia di una Francia ha deciso di cambiare e questa può anche essere la nostra storia, di una Sicilia che a breve potrà dimostrare la forza e il coraggio di voltare pagina".

"Occorre mobilitare energie nuove per affermare una sorta di start up politica, superando le tradizionali ideologie di destra e sinistra, la vera competizione è tra chi sostiene una società che vuole cambiare e chi la vuole ancora in mano a pochi. Vogliamo fare quello che i nostri testimonial oggi ci hanno raccontato, ovvero lavorare per una Sicilia più giusta e migliore, dove l’invadenza della burocrazia non sia vincolo ma facilitazione. Attraverso l’uso della rete, del sito di Idea Sicilia, attraverso quotidiani incontri con la gente stiamo lavorando per costruire un nuovo modello di sviluppo. Io ci metto la faccia".

Insieme a lui, hanno parlato di idee e progetti: Maurizio Caserta, Professore di economia politica dell’Università degli Studi di Catania, Gianluca Albanese, Dirigente del Policlinico - Vittorio Emanuele di Catania, Giuseppe Spina, agronomo, Giovanni Di Stefano, direttore marketing di Etna Hitech, Filippo Franzone, Coordinatore Comitato per lo Sviluppo dell’Area Gelese, Matteo Pitanza, Amministratore delegato di Agris-Brumi, Valentina Spampinato, Presidente Fipass e Artime, Claudio Corbino, presidente dell’associazione diplomatici e il giornalista Davide Giacalone.

Oggi ad Enna convention degli autonomisti ex Mpa che oggi ruotano attorno al progetto politico di Gaetano Armao. All'incontro sarà presente, dopo anni di assenza dalla scena pubblica, l'ex governatore Raffaele Lombardo che ha già promesso di partecipare solo in qualità di spettatore.




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.