Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedý, 23 maggio 2017

Catania, attivisti bloccano la nave
"Stop ai crimini delle ong"

Azione di protesta al porto interrotta da una motovedetta. "Queste organizzazioni portano in Europa migliaia di profughi e altrettanti ne fanno morire"

CATANIA - Ieri sera nel porto di Catania attivisti identitari hanno tentato di bloccare la nave "Aquarius" di Sos Mediterranee e hanno impedito che lasciasse il porto. E' intervenuta una motovedetta e il "commando" dopo l'identificazione si è allontanato, permettendo alla nave di svolgere la sua attività.

"Con questa azione - scrivono gli attivisti - gli identitari europei intendono attirare l'attenzione sulle attività criminali di molte sedicenti organizzazioni umanitarie nel Mediterraneo. Da molti mesi costoro stanno illegalmente importando migliaia di immigrati dalle coste libiche a quelle europee, non mostrando vergogna per il fatto di lavorare assieme ai trafficanti di esseri umani. Per questa ragione, queste organizzazioni sono responsabili anche dell'annegamento di migliaia di africani nel Mediterraneo. E' solo grazie a queste loro "attività" che quelle persone sono pronte ad affrontare un viaggio molto pericoloso per raggiungere l'Europa".

"I media e i politici - dice la portavoce degli identitari in Austria Martin Sellner - sono solo spettatori. Noi abbiamo deciso che è tempo di agire. Pensiamo che sia nostro compito e dovere fermare queste attività criminali e pericolose". Gli identitari chiedono che "queste attività criminali vengano fermate e che siano rinforzati i controlli alle frontiere". Inoltre chiedono "una politica di aiuto umanitario agli immigrati nei loro Paesi d'origine piuttosto che sbarcandoli illegalmente in Europa".




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.