Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 23 luglio 2017

Pubblicato: 13/05/2017

Catania, maltrattamenti nel canile

Blitz della polizia a San Giovanni Galermo: centinaia di animali vivevano in condizioni precarie

CATANIA - Gravi carenze nel trattamento degli animali sono emerse durante un controllo della polizia di Catania in un canile nel quartiere di San Giovanni Galermo. Sono 517 i cani e diversi i gatti affidati alla struttura dai Comuni etnei affiliati, tra i quali quello di Catania, che pagano un corrispettivo giornaliero per ciascun animale. Molti vengono ospitati per le necessarie cure mediche e la carenze igienico-sanitarie riscontrate nei luoghi di provenienza.

Al controllo hanno preso parte veterinari dell'Asp. Gli agenti hanno rilevato che il terreno era cosparso di mangime secco che invece avrebbe dovuto trovarsi nelle apposite ciotole; l'interno di alcune delle vasche di materiale plastico rigido utilizzate per l'acqua da bere presentava un sottile strato di alghe e c'erano abbondanti deiezioni non ancora rimosse dal personale di pulizia della struttura.

L'amministratore delegato e due veterinari sono stati indagati per il reato che punisce chi detiene animali in condizioni incompatibili con la loro natura e produce di gravi sofferenze. Il responsabile è anche stato multato.




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.