Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedý, 22 agosto 2017

Catania: carabiniere si finge cliente
arrestato un giovane pusher

Fila di compratori in viale San Teodoro. Il ventunenne era protetto da due vedette

CATANIA - I carabinieri del Nucleo investigativo del comando provinciale hanno arrestato il catanese Gianluca Hanchi, 21 anni, poiché ritenuto responsabile di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

Il pusher, osservato a distanza di sicurezza dai militari della Squadra “Lupi”, agiva protetto da due vedette e aiutato da un cassiere personale – defilato per poter fuggire e salvare il denaro in caso di intervento delle forze dell’ordine. Il giovane accoglieva gli acquirenti, numerosi in fila, sotto il porticato di un palazzo di viale San Teodoro.

Per evitare un intervento in campo aperto, che potesse far fuggire anche il pusher, un carabiniere si è accodato agli assuntori in fila e con il denaro in mano si è presentato al cospetto dello spacciatore il quale, alla fatidica frase "quanta"?, è stato ammanettato.

Le vedette e il cassiere sono riusciti a fuggire mentre il 21enne perquisito sul posto è stato trovato in possesso di 67 dosi – 125 grammi – di “marijuana” e la somma in contanti di 30 euro.

La droga e il denaro sono stati sequestrati mentre l’arrestato, in attesa dell’udienza di convalida, è stato posto agli arresti domiciliari.




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.