Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 23 luglio 2017

Pubblicato: 09/05/2017

Il ritorno del Dalai Lama

Cittadino onorario di Palermo nel 1996, il leader spirituale del Tibet sarÓ di nuovo in Sicilia a settembre

PALERMO - Il Dalai Lama ritorna a Palermo. A distanza di oltre vent'anni da quella visita che lo vide arrivare su invito del Comune di Palermo, Tenzin Gyatso, leader spirituale del Tibet e Premio Nobel per la pace, sarà in Sicilia dal 16 al 18 settembre, prima a Messina e poi a Palermo.

La visita fa parte del tour italiano che porterà il Dalai Lama anche in Toscana, a Firenze e Pisa. Era il maggio 1996 quando visitò Palermo, accolto dal sindaco Leoluca Orlando, allora al suo secondo mandato, che gli consegnò la cittadinanza onoraria.

Al suo fianco Richard Gere presentò la sua mostra fotografica sul Tibet e insieme parteciparono a un convegno sui diritti umani.

A settembre si potranno seguire le notizie sulla visita in tempo reale, su una pagina Facebook creata ad hoc e sul sito del Comune. La mattina del 18 settembre è prevista una conferenza pubblica del Dalai Lama sull'educazione alla gioia. "La presenza del Dalai Lama è un evento storico - ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando - ma segna anche il ritorno a casa di un palermitano d'eccezione; ed è un privilegio poterlo accogliere nella nostra città, così come oggi appare al mondo, rigenerata e luogo di pace".




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.