Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedý, 25 luglio 2017

Anziana massacrata in casa a Palermo
"A colpirmi Ŕ stato il muratore"

Le rubano il portafogli, si rivolge ai manovali e viene aggredita con delle forbici. In gravi condizioni una ottantaquattrenne: i medici le hanno amputato un dito. Fermato un 22enne

PALERMO - Una donna di 84 anni è rimasta gravemente ferita ieri sera in seguito a una brutale aggressione avvenuta nella sua abitazione di via Empedocle Restivo, nella zona residenziale di Palermo.

La donna ha chiamato alcuni manovali che avevano svolto dei lavori nel suo appartamento dopo avere scoperto il furto di un portafoglio. Al culmine di una accesa discussione sarebbe stata picchiata selvaggiamente.

Nell'ospedale Villa Sofia, dove è stata ricoverata con la prognosi riservata, i medici sono stati costretti ad amputarle un dito. Gli investigatori della squadra mobile hanno fermato uno degli aggressori, Domenico Federico, di 22 anni.

Ieri sera Federico insieme alla moglie e a un'altra persona, secondo gli investigatori, è andato in casa della pensionata, per spiegare che lui con il furto non ci entrava nulla. L'anziana nel corso della discussione lo avrebbe redarguito pesantemente. Il giovane allora, secondo l'accusa, avrebbe impugnato delle forbici e colpito la donna alla testa e in diverse parti del corpo.

L'anziana, trasportata all'ospedale Villa Sofia dal personale del 118, poco prima di subire un intervento con il quale le è stato amputato un dito ha raccontato agli agenti che a colpirla è stato "... Salvo il muratore".

"Da qui abbiamo iniziato le indagini - dice il capo della Squadra Mobile Rodolfo Ruperti - e nella notte siamo riusciti a individuare Domenico Federico che aveva eseguito in passato dei lavori in casa della donna. Nel corso dell'interrogatorio il giovane ha confessato. Adesso stiamo valutando la posizione della moglie e dell'altra persona che si trovava nel luogo del tentato omicidio". Federico è stato portato in carcere al Pagliarelli in attesa dell'interrogatorio di garanzia.




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.