Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 24 giugno 2017

Pubblicato: 05/05/2017

"G7, no a manifestazioni violente"

Sopralluogo del capo della polizia a Taormina: "Assoluta disponibilità per chi vuole contestare, ma nel rispetto della legge"

TAORMINA - "Assoluta disponibilità per chi vuole manifestare dissenso per il G7, ma nel rispetto della legge". Lo ha affermato il Capo della Polizia, il prefetto Franco Gabrielli, dopo una serie di incontri a Taormina.

"Quello del G7 è un appuntamento impegnativo - ha detto Gabrielli - e la sicurezza dei partecipanti per noi è un dovere ed un impegno. Però lo affrontiamo con la tranquillità e serenità che derivano dal fatto che abbiamo fatto un buon lavoro e che mettiamo in campo professionalità che sono all'altezza della situazione. Manifestare sì, ben vengano tutti quelli che vogliono farlo, che è una delle caratteristiche più preziose di una democrazia".

"Ma se il dissenso si tinge e si confonde con la violenza, credo che chi ha, per legge, la titolarità nell'esercizio della forza la debba mettere in campo in maniera adeguata e tempestiva".

Sulle iniziative in campo il prefetto Garbrielli rivela che "ci sono molte idee in proposito, quando saranno presentate le loro iniziative le valuteremo: il questore di Messina, ha la titolarità di dare anche prescrizioni, decideremo quando i gruppi avranno le idee più chiare".

Il capo della polizia, prefetto Gabrielli, ha cominciato la sua visita nel commissariato di Taormina. Era accompagnato dal Questore di Messina, Giuseppe Cucchiara e dal Dirigente del Servizio Ordine Pubblico del Dipartimento di Pubblica Sicurezza, Massimo Zanni.

Gabrielli ha visitato anche la Badia Vecchia e Palazzo dei Duchi di Santo Stefano. Nell'hotel San Domenico, dove si terranno gli incontri più importanti del G7, ha incontrato il sindaco di Taormina, Eligio Giardina ed il prefetto di Messina, Francesca Ferrandino.

"Voglio trasmettere - ha ribadito Gabrielli - il senso di serenità perché, appunto, abbiamo fatto un buon lavoro. Il clima che noi viviamo è di attenzione impegno e, ribadisco, una giusta dose di serenità. Per quanto riguarda i movimenti di contestazione, è noto che da Seattle, dal 1999, questi eventi sono stati caratterizzati anche e purtroppo, da vicende legate alle contestazioni".

"Anche in questo caso il nostro approccio è estremamente sereno. Garantiremo a tutti quelli che vogliono manifestare - ha assicurato il capo della Polizia - la possibilità di manifestare in condizioni di luogo e tempo che consentano il regolare svolgimento del vertice con un atteggiamento di assoluta tolleranza nei confronti di chi manifesta pacificamente, ma con il rigore - ha concluso Gabrielli - che impone la legge nei confronti di tutti quelli che cercheranno di compiere atti di violenza".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.