Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedý, 22 agosto 2017

"Non ci risultano legami ong-trafficanti"


ROMA - "A noi come ufficio non risulta nulla per quanto riguarda presunti collegamenti obliqui o inquinanti tra ong o parti di esse con i trafficanti di migranti. Nessun elemento investigativo". Il procuratore di Siracusa, Francesco Paolo Giordano, in Commissione Difesa del Senato non ha portato elementi per confermare quanto denunciato dal collega Carmelo Zuccaro a Catania.

Giordano ha aggiunto che ci sono ong più collaborative con l'autorità giudiziaria e altre meno, ma ciò "non l'abbiamo mai interpretato come un ostacolo alle indagini, ma come un atteggiamento ideologico, una sorta di coerenza, loro sono a favore del migrante non a favore della polizia".

"Non abbiamo indagini sulle ong - ha ribadito Giordano rispondendo poi alle domande dei senatori - e comunque sarebbe di competenza della Procura distrettuale". Giordano ha poi reso noto che è aumentata, negli ultimi tre anni, la percentuale di migranti salvati da navi delle ong e sbarcati nel porto di Augusta. "Nel 2015 i salvataggi delle ong nel Siracusano sono stati il 12,6% del complesso dei salvataggi, nel 2016 è aumentato al 14,3%, nel 2017, cioè nei primi mesi di quest'anno, c'è già un picco del 28,1%".

Sulle ong è intervenuto anche il responsabile del Gruppo interforze di contrasto all'immigrazione clandestina, il sostituto commissario Carlo Parini, che ha spiegato come a bordo delle navi delle ong ci sia una separazione tra l'equipaggio e il personale delle ong. "Spesso sono navi prese in affitto da armatori, dove dunque gli equipaggi non possono decidere autonomamente cosa fare ma devono eseguire quanto gli viene chiesto dal personale delle ong".

"Ciò non vale invece - ha aggiunto - per quanto riguarda il Moas, dove invece tutto è dell'organizzazione, equipaggio e operatori, lavorano in simbiosi. Loro possiedono eccellenti imbarcazioni, strumentazioni di bordo molto moderne, operano con droni alla ricerca di migranti". Ma anche nel caso del Moas, ha sottolineato, "non abbiamo mai avuto notizia di coinvolgimenti con trafficanti".

Giordano ha comunque sottolineato che "con la Procura distrettuale di Catania c'è stata, c'è e ci sarà una grande collaborazione. Non c'è alcuno scontro, né ci potrebbe essere visto che agiamo in ambiti diversi".




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.