Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedì, 30 maggio 2017

"Nessuno tocchi il procuratore di Catania"


CATANIA - Dopo la notte trascorsa al Cara di Mineo, il leader della Lega Salvini ha incontrato i giornalisti a Catania affrontando la delicata questione migranti e facendo un resoconto del suo blitz nel centro di accoglienza rifugiati politici più grande d'Europa.

""Ho dormito al Cara di Mineo, in quello che una volta era un presidio di sicurezza, che invece ora porta insicurezza a tutti i paesi del circondario. Abbiamo parlato con commercianti, agricoltori, mamme e papà - ha detto Salvini - che sono disperati per la convivenza impossibile con queste migliaia di persone. Non ce l'ho con questi 3.300 ospiti, né con i volontari che gestiscono il posto".

"Ce l'ho con una politica che sta dando vita al più grande centro commerciale di carne umana di tutta Europa. Non me la prendo nè con loro nè con i gestori. Me la prendo con la politica complice che in Sicilia si chiama Crocetta e Alfano. Mi domando dove siano. Indegni siciliani sia l'uno che l'altro".

"Gentiloni tace e per me è complice. Se Gentiloni tace sui dossier dei servizi segreti sul business dello scafismo di Stato, è complice e quindi è allucinante questo silenzio del presidente del consiglio - ha aggiunto il leader della Lega riguardo ai presunti rapporti tra traffico di migranti e Ong -. Faccio i migliori auguri, e ha il sostegno mio e di migliaia di persone, al procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro, che domani sarà audito dalla commissione Difesa del Senato".

Il leader della Lega ha anche auspicato che il magistrato "non venga processato dal Csm, che possa andare fino in fondo nella sua operazione di verità, di pulizia e di giustizia e che non ci sia qualcuno che si permetta di bloccare indagini così delicate e importanti".

"Zuccaro promosso per essere rimosso? Chi tocca il procuratore di Catania tocca noi. Questo sia ben chiaro - ha aggiunto -. Se qualcuno pensa di rimuovere, allontanare o fermare o imbavagliare un magistrato coraggioso come Zuccaro, ha a che fare con me, con la Lega e con milioni di italiani". 

"Ong? Ci aspettiamo i primi arresti. C'e' qualcuno che non fa volontariato, ma fa soldi sulla pelle di questi disgraziati. C'è qualcuno al soldo degli scafisti, c'è qualcuno che sta facendo pulizia etnica sia in Africa che in Italia. Aspettiamo i primi arresti e i primi sequestri di imbarcazioni. Un Paese serio comincia a sequestrare delle imbarcazioni. Purtroppo al governo abbiamo gente poco seria".

"Sono poi sempre più convinto che sia corso un chiaro tentativo di sostituzione etnica di popoli con altri popoli. Questa non è un'immigrazione emergenziale ma organizzata che tende a sostituire etnicamente il popolo italiano con altri popoli, lavoratori italiani con altri lavoratori. Ne parla anche il procuratore Zuccaro: é un'immigrazione che tende a scardinare economicamente il sistema italiano ed europeo".

"Non c'entrano guerre, diritti umani e disperazione - ha aggiunto Salvini - è semplicemente un'operazione economica e commerciale finanziata da gente come Soros. Per quanto mi riguarda metterei fuorilegge tutte le istituzioni finanziate anche con un solo euro da gente come Soros. Non dovrebbero poter mettere piede in Italia né loro, né le associazioni da gente come lui finanziate".






Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.