Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdì, 28 luglio 2017

Pubblicato: 22/04/2017

A Catania 135 appuntamenti con i libri

Dal 23 aprile al 31 maggio incontri letterari in tutta la città. Bianco: "Iniziativa con pochi eguali"

CATANIA - "Poche città in Italia sono in grado di realizzare iniziative culturali di questo livello". Il sindaco di Catania Enzo Bianco ha presentato questa mattina a Palazzo degli Elefanti il programma del Maggio dei Libri, la campagna nazionale di promozione della lettura, alla VII edizione.

La manifestazione è promossa dal Centro per il libro e la lettura del ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo in collaborazione con il ministero dell'Istruzione, dell'università e della ricerca.

Sono 135 gli appuntamenti letterali che dal 23 aprile al 31 maggio si svolgeranno in tutta la città, in luoghi quali il Palazzo della cultura, il Castello Ursino, il Museo Emilio Greco, la Mediateca Vincenzo Bellini, la Biblioteca della città metropolitana, l'Archivio di Biblioteche Riunite Civica e Ursino Recupero, il Monastero dei Benedettini, il Teatro Antico, il Foyer del Teatro Bellini e ancora librerie e centri culturali, l'auditorium della parrocchia Resurrezione del Signore e l'Autobooks che toccherà le periferie.

"Tutta la città - ha aggiunto Bianco - partecipa a questo progetto che segue una linea precisa che questa amministrazione ha tenuto in questi anni, sostenendo in ogni modo qualsiasi manifestazione culturale".




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.