Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdì, 22 settembre 2017

Catania, da Facebook alla mega festa
gli studenti si rivedono dopo 30 anni

Centinaia di vecchi alunni del liceo Spedalieri richiamati all'appello da un social-gruppo. Tra rivalità col Cutelli e biglietti in vendita per finanziare l'istituto

CATANIA - Un gruppo nato virtuale ma diventato quasi subito reale. In poco più di tre mesi centinaia di ex studenti del liceo classico catanese Spedalieri si sono riavvicinati grazie alla nascita di un gruppo su Facebook (alunni tra il 1985 e il '95), fino ad arrivare a un colossale festone programmato per domani pomeriggio all'interno della scuola, con tanto di biglietti venduti per poi devolvere i soldi all'istituto e finanziare le attività didattiche.



Attraverso un'infinità di messaggi i contatti sono stati riallacciati tra compagni che non si frequentavano da decenni, tra goliardia, pubblicazione di vecchie foto e amarcord. E a un certo punto è scattata l'operazione revival in carne e ossa, suddivisa in due momenti: uno scolastico e pomeridiano, che si svolgerà allo Spedalieri, riservato alla generazione '85-'95, fra immagini d'epoca e rivisitazioni in chiave moderna e “spedalierota” di opere d'arte, manifesti cinematografi e personaggi storici; l'altro, dalle 21, con una serata di musica anni 80-90 da Zo, aperta a tutti.

Una monumentale organizzazione che ha fatto ri-esplodere l'atavica rivalità con quelli del liceo classico Cutelli: immediatamente hanno risposto con un social-gruppo analogo e con una mega-festa già consumata alla Vecchia Dogana, tra gli sfottò della delegazione Spedalieri piazzata davanti all'ingresso.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.