Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdì, 22 settembre 2017

Pubblicato: 20/04/2017

"In Sicilia guardiamo avanti"

Salvini a Catania: "Sbagliato pensare che il futuro della Regione passi da Cuffaro. Pd e M5s? Stessa medaglia. Ipocrita il riconoscimento Unesco alla sindaca di Lampedusa"

CATANIA - "Il 2 giugno, giorno della celebrazione della Repubblica, chiederemo a tutti gli italiani di fermarsi 10 minuti, sul posto di lavoro o dovunque siano, contro la retorica della festa e per protestare silenziosamente, ma decisamente, contro quest'inaccettabile invasione, questo esodo senza precedenti, di migranti in Italia".

Lo ha annunciato il leader della Lega, Matteo Salvini, a margine di un incontro a Catania, sottolineando che "stiamo studiando come realizzarla, magari usando un fiocco da indossare".

"Le Ong impegnate nel salvataggio di migranti nel Mediterraneo? Arrestateli - ha detto ancora Salvini -. Non bastano le denunce e le segnalazioni. Vorrei che la guardia di finanza li visitasse, sede per sede, tutte queste associazioni di volontariato. Vorrei anche che la marina militare e la guardia costiera rispondessero agli italiani della coscienza sporca che hanno e che qualcuno pagasse per quella che è una sostituzione etnica senza precedenti". 

Sulle elezioni regionali nell'Isola, Salvini è stato drastico: "In Sicilia non guardiamo indietro, se qualcuno pensa che il futuro nella Regione passi da Cuffaro ha sbagliato, non lo fa con noi. Noi vogliamo guardare avanti anche a Roma e Berlusconi conto che sia con noi, visto che adesso ha risolto il problema Milan, forse...".

"Siamo disponibili a confrontarci su tutto. Per il momento ci sono le amministrative e noi abbiamo candidati ottimi in diverse città, come Palermo, Genova, Padova, Como, a L'Aquila. Poi parleremo delle politiche. Una cosa è certa: io con il Partito democratico non ho e non avrò mai a che fare". 

"Partito democratico e Movimento 5 stelle sono due facce della stessa medaglia: leggevo che a Milano semineranno marijuana, cannabis - ha aggiunto -. Non mi stupisco che qualche vescovo strizzi l'occhio ai 5 stelle perché campano entrambi allo stesso palco e sull'immigrazione clandestina fanno lo stesso ragionamento".

"I violenti ci sono dappertutto: a Milano a Bergamo, strano che qualcuno gli permetta di fare casino in mezzo alla strada. Ma l'accoglienza che ho sempre trovato in Sicilia è stata commovente, quindi tornerò fino a quando non sarà orgogliosa di se stessa. Non credo che questa terra si senta rappresentata dai Crocetta o dagli Orlando o dai Cuffaro. Sulle alleanze e candidature alla Regione decideranno gli organismi siciliani del nostro movimento: io non impongo candidati". 

Sul valore delle prefetture ha dichiarato: "Sono un ente inutile da chiudere: la prima cosa che faremo quando torneremo al governo sarà cancellarle e restituire pieni poteri ai sindaci".

"A Lampedusa - ha affermato - ho conosciuto donne che per diventare madri hanno dovuto spendere 15 mila euro perché per loro la sanità dell'isola non c'è e il riconoscimento dell'Unesco per la pace alla sindaca Giusi Nicolini è un premio all'ipocrisia. L'Onu è un altro carrozzone inutile al quale, se io fossi al governo, contribuirei con zero euro perché è tanto fumo e poco arrosto".

"La Sicilia è vittima di un'invasione senza precedenti, potrebbe essere la capitale mondiale del turismo e qualcuno la vuole trasformare in una discarica di disperati e di disgraziati. Chiedo a tutti i siciliani e agli altri italiani di essere con noi e di rialzare la testa", ha concluso il leader della Lega che, dopo l'incontro con i giornalisti, si è recato nella cattedrale per pregare davanti alle reliquie di Sant'Agata, patrona della città, e successivamente si è immerso nel mercato ittico della 'pescheria', attiguo a piazza Duomo.

"Forza Matteo Salvini, sei uno di noi", è stato lo slogan maggiormente ripetuto, accompagnato da applausi, dagli operatori di mercato della 'pescheria'. Situato accanto alla fontana dell'Amenano, fiume che attraversa sotterraneamente la città, attiguo a piazza Duomo, il mercato è uno dei 'sensori' che rivelano gli umori dei catanesi. "Per la pesca e l'agricoltura - commenta Salvini con uno di loro mostrandosi sorpreso per il basso costo del pescato - io mi faccio un mazzo così". "Ma non è per questo - replica uno dei venditori - che ti votiamo, ma per quello che dici: Salvini 'si u megghiu' (sei il migliore, ndr)". E seguono gli applausi di condivisione.

GLI APPUNTAMENTI IN SICILIA
- Matteo Salvini a Catania e a Messina. Ecco tutti gli appuntamenti della visita del leader della Lega:

ore 10.30 CATANIA Conferenza stampa alla segreteria regionale NcS in via Orto Limoni;
ore 11.30 CATANIA Passeggiata in via Etnea (cuore del barocco in Sicilia), visita cattedrale di Sant’Agata in piazza Duomo e visita alla pescheria;
ore 13.00 MESSINA Visita dei locali dell’ex Caserma Gasparro Masotti in via Comunale Bisconte nel rione Bisconte dove il governo sta attivando il nuovo HotSpot da 2.800 posti per i migranti;
ore 13.30 MESSINA Conferenza stampa al Palazzo della Cultura in viale Boccetta;
ore 18 ACI CASTELLO CT Visita del municipio e incontro con il sindaco Filippo Drago (NcS) e alcuni rappresentanti delle categorie produttive;
ore 19 ACI CASTELLO CT Convegno all’Hotel Sheraton in via Antonello da Messina;
ore 21 ACI CASTELLO CT Cena con militanti e simpatizzanti al Santa Tecla Palace.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.