Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedì, 30 maggio 2017

Pubblicato: 19/04/2017

Ora si sono sospesi tutti

Firme false a Palermo: anche Mannino lascia il M5s e passa con Nuti e Di Vita al Gruppo Misto. "Scelta necessaria"

ROMA - Anche Claudia Mannino si autosospende dal gruppo M5s alla Camera, passando al Gruppo Misto, come hanno fatto già nei giorni scorsi Riccardo Nuti e Giulia Di Vita. I tre sono indagati per il caso delle firme false a Palermo.

L'annuncio di Mannino arriva con un post su Facebook. "Ho riflettuto a lungo - scrive la deputata, che è segretaria di presidenza alla Camera - e ho deciso, in linea con i miei colleghi Nuti e Di Vita, di dare seguito alla sospensione dal gruppo parlamentare e quindi passare al Gruppo Misto sino allo scadere del provvedimento di sospensione stabilito dai Probiviri fissato il 28 maggio. È una scelta dolorosa ma necessaria. Mi piace pensare che il mio Gruppo in un momento tanto delicato dell'agenda parlamentare non debba che concentrarsi sul lavoro politico. Confidando ampiamente nell'operato della magistratura, resto in fiduciosa attesa delle determinazioni della stessa".

Per le firme false è stata fissata al 17 maggio l'udienza preliminare a carico di 14 tra i deputati nazionali 5 stelle, parlamentari regionali siciliani, attivisti del movimento e un cancelliere del tribunale di Palermo, coinvolti a vario titolo.

Dopo essersi avvalsi della facoltà di non rispondere in fase di indagine, quasi tutti gli indagati si sono fatti interrogare dalla pm Claudia Ferrari nelle scorse settimane. A loro carico, oltre alle rivelazioni dei due parlamentari siciliani Claudia La Rocca e Giorgio Ciaccio, che si sono autoaccusati della falsificazione, anche la consulenza grafica disposta dalla Procura.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.