Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedì, 25 aprile 2017

Lo Stato contro la pista di Fontanarossa
E Bianco corre subito da Delrio

Il nuovo progetto dell'aeroporto di Catania non è considerato prioritario dal governo: la Sac e il sindaco non ci stanno

CATANIA - "Ho chiesto al ministro delle infrastrutture Graziano Delrio di convocare una riunione per la prossima settimana insieme con i vertici della Sac". Si muove il sindaco di Catania Enzo Bianco dopo la decisione del Consiglio dei ministri che nel Def 2017 che avrebbe escluso il progetto della nuova pista dell'aeroporto di Fontanarossa fra quelli considerati "prioritari".

"Quest'opera è indispensabile per il territorio - afferma l'amministratore delegato di Sac, Nico Torrisi -; prova ne sia la continua crescita del traffico dei passeggeri sul nostro scalo da novembre 2016 ad oggi e l'attenzione di storiche e nuove compagnie aeree pronte a investire su Catania".

Per Torrisi semplicemente "chi frena o dice no allo sviluppo dell'aeroporto di Catania, il più grande del sud Italia e scalo di riferimento di sette delle nove province siciliane, non soltanto condanna all'immobilità un territorio, ma si rende strumentalmente responsabile del mancato sviluppo sociale, culturale ed economico di una intera comunità, già gravata dalla marginalità geografica e dalla storica assenza di adeguati collegamenti ferroviari".

Il sindaco spiega che chiederà a Delrio "di valutare con la dovuta attenzione, coerentemente con gli impegni assunti, quest'opera strategica che consentirà di far atterrare a Catania anche i grandi aerei. Sarà decisiva per lo scalo aeroportuale maggiore del Meridione, che sta crescendo con il maggior impulso rispetto al resto dell'Italia. Ricorderò come la seconda pista è fondamentale per lo sviluppo non soltanto di Catania o del Distretto del Sudest ma dell'intera Sicilia e di un Sud che può dare un impulso decisivo alla crescita del Paese. Sono certo che Catania e il suo aeroporto avranno come sempre l'attenzione che meritano".

Torrisi si è già rivolto a Rosario Crocetta. "In attesa di conoscere le valutazioni che hanno portato a questa decisione ho parlato con il presidente che ha garantito il suo immediato impegno con il governo nazionale".






Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.