Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 30 aprile 2017

Taormina Film Festival a rischio
Tar esclude vincitrice e ricorrente

Disputa per la gestione tra le società Videobank e Agnus Dei, il tribunale dispone che venga rifatta la gara. Il comitato organizzatore: "Tempi strettissimi"

TAORMINA (MESSINA) - A rischio il Festival del cinema di Taormina dopo la sentenza del Tar di Catania che, in seguito a diversi ricorsi per l'aggiudicazione dell'organizzazione della kermesse da parte di due partecipanti, li ha esclusi entrambi chiedendo venga rifatta l'aggiudicazione.

Il Tar da un lato ha escluso la vincitrice 'Videobank' perché non "attesta il menzionato requisito dell'esperienza biennale in materia di organizzazione e gestione di attività ed eventi assimilabili a quello oggetto della procedura"; dall'altro sottolinea come l'altra partecipante e ricorrente 'Agnus dei' debba essere esclusa perché "non ha documentato di avere inviato tutte e tre le buste entro il termine prescritto. Ne consegue che, per tale ragione, la ricorrente in via principale avrebbe dovuto essere esclusa dalla procedura".

Il tribunale amministrativo infine ha ribadito che "le considerazioni determinano la necessità di rinnovare la procedura in ragione dell'esclusione delle due sole offerte valide sotto il profilo tecnico". Ora però il tempo per un'altra selezione, assegnazione e organizzazione del festival è solo di due mesi, veramente poco per una kermesse internazionale e lo stesso comitato di Taoarte spiega che "si farà il possibile ma è un'impresa molto complicata".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.