Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 30 aprile 2017

Pubblicato: 10/04/2017

Palazzolo, stop agli scippatori seriali

Cinque colpi in due mesi ai danni di altrettante donne buttate a terra e in alcuni casi ferite

PALAZZOLO ACREIDE (SIRACUSA) - Devono rispondere di rapina e lesioni personali i due uomini che sono stati arrestati dai carabinieri di Palazzolo Acreide: si tratta del ventenne Andrea Catania e del ventinovenne Salvatore Calleri, già noti alle forze dell’ordine per i loro numerosi precedenti.

Sono i protagonisti di cinque scippi tra luglio e agosto dello scorso anno ai danni di altrettante donne di Palazzolo Acreide. In particolare, il 3 luglio hanno sottratto una borsa a un'anziana signora che, a causa del forte strattone, è caduta rovinosamente fratturandosi l’anca.

L’11 luglio i due hanno sottratto un collier d'oro a un’altra donna di mezza età: anche in questo caso la vittima ha riportato lievi lesioni. Il 27 luglio un altro scippo ai danni di una giovane studentessa, cui è stata strappata la borsetta. Il giorno seguente la vittima è nuovamente un’anziana signora, derubata di una collana in oro. Infine il 3 agosto un’anziana scaraventata a terra e privata del collier d'oro.

Incrociando la descrizione fornita dalle donne con le immagini delle varie telecamere presenti nel territorio, i carabinieri sono riusciti a risalire all’identità di entrambi i rapinatori, ricostruendo il loro modus operandi: dopo aver scelto le proprie vittime i due iniziavano a pedinarle fino ad arrivare in un luogo ritenuto sicuro e lontano da occhi indiscreti; mentre uno dei due faceva da palo, l’altro aggrediva alle spalle la vittima puntando solitamente alla borsa o ai gioielli indossati.

Rintracciati a Floridia, dove vivevano, sono stati sottoposti al regime degli arresti domiciliari.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.