Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 30 aprile 2017

L'ultimo caffè del pregiudicato catanese
la bara passa dal bar: scatta la chiusura

Il feretro portato a spalla nel locale del centro storico che era solito frequentare: stop dell'attività per 7 giorni

CATANIA - Aveva diversi precedenti di polizia e di recente era stato anche sottoposto all'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Deceduto nei giorni scorsi a Catania per un incidente stradale, la sua bara prima della tumulazione è stata portata a spalla nel bar del centro storico di Catania che era solito frequentare e poi, trasportata da quattro persone, fatta uscire e messa su un carro funebre.

La scena è stata notata dagli agenti di una volante e così l'ultimo saluto è costato al titolare dell'esercizio commerciale la chiusura per sette giorni, per ordine del questore Giuseppe Gualtieri, che ha applicato l'articolo 100 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, che prevede la sanzione di quegli esercizi pubblici che sono luogo di frequentazione di pregiudicati o che siano riconosciuti fonte di pericolo per l'ordine e la sicurezza.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.