Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdì, 23 giugno 2017

Pubblicato: 08/04/2017

I prodotti illegali erano 4 milioni

Sequestri in 6 negozi della provincia di Siracusa gestiti da cinesi. Parte della merce era potenzialmente pericolosa

SIRACUSA - Tre milioni e ottocentomila prodotti non sicuri sono stati sequestrati dalla guardia di finanza tra Siracusa, Augusta, Avola, Francofonte e Pachino durante controlli in sei negozi gestiti da cinesi che hanno impegnato una trentina di militari.

I titolari degli esercizi commerciali sono stati segnalati alla Camera di commercio di Siracusa per le violazioni al codice del consumo. Tra il materiale sequestrato prodotti potenzialmente pericolosi come cosmetici, giocattoli, materiale elettrico, bigiotteria e prodotti per l'igiene della persona, tutti senza marchio di conformità, negli scaffali e pronti alla vendita.

Nel corso dell'operazione sono stati individuati anche tre lavoratori in nero. "Agiamo in maniera sistematica - ha detto il comandante provinciale, colonnello Antonino Spampinato - perché ci siamo resi conto che il fenomeno si ripete nonostante i nostri interventi su merce contraffatta o alterata, beni di scarsa qualità e sicurezza che sono immessi sul mercato".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.