Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 30 aprile 2017

Ars, erogati 62 mln per i distretti socio-sanitari


PALERMO - Il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, e l'assessore alla famiglia, Carmencita Mangano, comunicano che la giunta regionale oggi ha approvato una delibera con la quale si autorizza l'immediata erogazione ai distretti socio-sanitari di 62 milioni di euro, anticipandoli dal fondo non autosufficienza 2016 e 2017, non ancora trasferito da parte dello Stato. Con questa implementazione i distretti potranno cominciare a realizzare i programmi a favore delle persone con disabilità, in modo anticipato rispetto agli altri anni, avendo ulteriori 30 milioni a disposizione rispetto a prima e grazie all'anticipazione effettuata dalla Regione di fondi non ancora ricevuti dallo Stato, dice Crocetta.

"Tali somme - aggiunge - si aggiungono ai 36 milioni in corso di impegno. Già oggi abbiamo ricevuto la nota di valutazione e di identificazione della platea delle persone con disabilità gravissima realizzata dall'Asp di Caltanissetta e già domani si potrà emettere il decreto di impegno a favore dell'azienda sanitaria, che trasferirà immediatamente le risorse ai soggetti che accettano il piano di cura. Se si aggiungono ai 20 milioni già trasferiti ai liberi consorzi e alle città metropolitane per il servizio di trasporto e accudienza nelle scuole secondarie, sono già 118 i milioni stanziati nel 2017 a fronte dei soli 32 del 2016. Ulteriori 34 milioni verranno trasferiti agli enti locali dopo l'approvazione della finanziaria per l'assistenza ai disabili. Per il 2018 e 2019 - conclude Crocetta - lo stanziamento complessivo sarà invece di 240 milioni circa ogni anno".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.