Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedý, 27 giugno 2017

Bancarotta fraudolenta
indagate 4 societÓ a Messina

Sequestro di conti correnti per un valore di due milioni di euro. Un imprenditore ai domiciliari

MESSINA - La guardia di finanza di Messina, su disposizione del Gip, nell'ambito di un inchiesta per bancarotta fraudolenta di alcune società hanno eseguito un' ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari a carico di M.A., di 67 anni, imprenditore nel settore edile ed hanno notificato una misura dell'obbligo di dimora a Messina e una di obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Per un altro imprenditore del settore edile S.A. di 56 anni è stato disposto il divieto di esercitare attività imprenditoriali per 12 mesi.

Con il medesimo provvedimento il giudice ha disposto il sequestro preventivo dei conti correnti intestati a quattro società e all'intero complesso dei beni aziendali, nonché delle quote di capitali e delle azioni intestate, sia alle persone destinatarie delle misure cautelari che ad altri 5 indagati, per un valore complessivo di circa due milioni di euro.






Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.