Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 26 marzo 2017

Pubblicato: 19/03/2017

"Regionali, Sicilia Futura al 10%"

Totò Cardinale al "Faccia a Faccia Politico" stasera alle 20.30 su Antenna Sicilia: "Ci aiuterà la crisi di Forza Italia e del centrodestra. I grillini? I populismi saranno contenuti dal voto proporzionale"

CATANIA - “Alle prossime elezioni regionali Sicilia Futura raccoglierà percentuali superiori al 10%, è il nostro obiettivo, premierebbe un impegno profuso in questi quattro anni partendo proprio dai Drs. Ci aiuterà la crisi di Forza Italia e del centrodestra”.

Totò Cardinale a tutto campo ospite del “Faccia a Faccia Politico”, in onda stasera alle 20.30 su Antenna Sicilia e condotto dal giornalista Luca Ciliberti, con gli interventi di Mario Barresi, Nuccio Molino e Giacinto Pipitone. Le vignette e la satira affidata a Totò Calì.

L’ex ministro, oggi renziano convinto e leader di Sicilia Futura, movimento che fa parte della maggioranza regionale di centrosinistra, nell’intervista di mezz’ora analizza il momento storico e politico della Sicilia, partendo proprio dalle alleanze alle prossime elezioni e dalla ricerca del candidato da mettere in campo.

“Intanto discutiamo del programma per la prossima legislatura con le forze che sono disponibili a realizzarlo e con queste ci siederemo al tavolo per trovare una candidatura condivisa, se non dovessimo riuscirci ricorreremo alle primarie come strumento democratico di scelta – spiega Cardinale - forse qualcuno pensa che facendo a pugni, usando qualche le armi dell’antimafia o le offese alla vigilia delle elezioni si possa spaventare chi vuole misurarsi su piani politici differenti”.

Sul ministro Lotti, sponsor di Sicilia Futura e indagato nell’ambito dell’inchiesta Consip, Cardinale non ha dubbi: “Uomo capace e onesto, sono convinto che sia lui sia il papà di Renzi saranno prosciolti dalle accuse che li riguardano – sottolinea - I pranzi in campagna? Sono incontri tematici per parlare dei problemi della Sicilia, lo faccio ormai da nove anni, cioè da quando mia figlia Daniela è parlamentare. Quest’anno ci siamo occupati del degrado dell’Isola”.

Nessuna tentazione dalle sirene del nuovo polo centrista. “Io sono uno dei fondatori del Partito Democratico – conclude – Ma un centro ben strutturato aiuterà ad allargare l’area di consenso di tutto il centrosinistra per vincere le elezioni. I grillini? Il voto proporzionale conterrà l’espansione delle forze populiste”.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.