Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 19 agosto 2017

La giornalista catanese nello studio della Bbc: "I siciliani non hanno paura"


"Sembra terrificante!", dice Simon McCoy di Bbc News mostrando in diretta le immagini dell'esplosione sull'Etna, raccolte pochi istanti prima delle inviate britanniche Rebecca Morelle e Rachel Price.

"Fa paura  - risponde la giornalista catanese Francesca Marchese, ospite in studio a Londra - ma questo è stato un evento eccezionale: l'Etna è un vulcano attivo, e bisogna esserne consapevoli, ma è anche un posto bellissimo da visitare". 


Francesca, che da anni vive a Londra, ha fatto la sua irruzione sugli schermi inglesi di Bbc News subito dopo la "breaking news" arrivata dalla Sicilia.
 
"L'Etna non esplode, come il Vesuvio, ma la sua lava scorre", ha raccontato ai colleghi. Le è stato chiesto qual è la reazione dei siciliani. "Ho risposto - dice alla Siciliaweb - che gli abitanti sono abituati a convivere con il vulcano e non sono spaventati. Infine abbiamo concluso questa conversazione parlando del carattere femminile dell'Etna: i siciliani conoscono la propria 'montagna' e sanno che non è cattiva". 

 
La Bbc, il canale che trasmette regolarmente gli episodi de Il commissario Montalbano e de Il giovane Montalbano, ha voluto dunque un parere "di parte" nella vicenda che ha coinvolto una propria troupe. "Prima del mio intervento - spiega Francesca - la redazione ha ospitato il commento di un proprio  giornalista inglese esperto di scienza che ha raccontato l'esplosione dal punto di vista tecnico: inevitabilmente lo scenario del vulcano sarebbe potuto sembrare allarmante a chi non conosce ancora la Sicilia e l'Etna".





Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.