Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 27 maggio 2017

Assalto della polizia a Fort Apache
la terra senza legge di Vittoria

Far west in contrada Diligenza: droga, discarica abusiva, armi e pastori allacciati abusivamente all'Enel

VITTORIA (RAGUSA) - Blitz della polizia di Vittoria a "Forte Apache", il nome con cui viene chiamata contrada Diligenza, dove si trovano case fatiscenti luogo di residenza da anni di intere famiglie di pastori, oggi anche gestori di officine di rottamazione non autorizzate. 

Gli agenti hanno arrestato Danilo Piscopo, diciottenne di Comiso, per detenzione di marijuana: teneva la droga nella sua abitazione, in uno dei casolari dove vivono numerosissimi pregiudicati. Il cane ha fiutato l'erba, circa 25 grammi. Quindi è stato trovato il materiale per il confezionamento.

Gli oltre 30 uomini che sono stati impiegati per la perquisizione ed il controllo dell’intera area, durante la perquisizione hanno scovato, sempre grazie alle unità cinofile di Catania e Palermo, una pistola giocattolo modificata e il relativo munizionamento; l’arma era pronta a fare fuoco, nascosta sotto terra nei pressi di un albero di carrubo.

L’intera area era stata destinata a discarica abusiva, pertanto la polizia ha sottoposto a sequestro migliaia di metri quadri. Confiscate quasi 50 targhe trovate nei pressi dell’officina abusiva, sono in corso accertamenti sui 30 veicoli destinati alla rottamazione presenti sul posto. 

Nel complesso si tratta di un’area dove non esisteva il rispetto di qualsivoglia regola, così come dimostra l’ultimo accertamento richiesto a personale Enel che ha riscontrato la manomissione dei contatori e quindi il furto di energia elettrica. Per questi fatti sono stati denunciati gli intestatari dei contratti di fornitura di energia e dovranno rispondere di furto aggravato.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.