Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
giovedì, 27 aprile 2017

I ladri si dividono, come nei film
ma la doppia fuga finisce male

Catania. Ruba l'auto alla ex moglie e con il complice svaligia un camion, la polizia li blocca dopo un inseguimento

CATANIA - Inseguimento in pieno centro di Catania: due uomini sono stati arrestati per furto; si tratta dell'incensurato Salvatore Placido Gennaro, 51 anni, e del pluripregiudicato Salvatore D'Ignoti Parenti, 43 anni, che essendo sottoposto agli arresti domiciliari deve rispondere anche di evasione.

Intorno alle 7.30 di ieri gli agenti, passando da viale Mario Rapisardi, hanno notato un’auto di colore grigio con due individui vestiti di scuro a bordo e il cofano pieno di scatoloni di cartone, che si allontanava a forte velocità in direzione piazza Santa Maria di Gesù, con il cofano posteriore aperto.

Immediatamente gli agenti, intuendo che era stato commesso un furto, si sono lanciati all’inseguimento con una fulminea inversione di marcia. Dopo aver accelerato i fuggitivi si sono fermati: il passeggero è sceso ed è scappato a piedi per il viale Mario Rapisardi, mentre l’altro ha proseguito la marcia in auto in direzione sud.

Uno dei due poliziotti, quindi, ha inseguito l’uomo appiedato, raggiungendolo e bloccandolo dopo diversi metri, mentre l’altro agente ha continuato l’inseguimento con l'auto di servizio, riuscendo a bloccare la macchina rubata in piazza Santa Maria di Gesù.

A bordo c'erano sette colli di prodotti alimentari, sottratti da un camion parcheggiato poco lontano, un mazzuolo di ferro e una chiave smonta-gomme in acciaio, utilizzata per forzare la maniglia del camion. L’auto sulla quale i due avevano caricato la merce era stata rubata da Gennaro alla sua ex moglie.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.