Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 27 maggio 2017

Pubblicato: 15/03/2017

Taormina, furto di vini con riscatto

Rubano bottiglie pregiate in un ristorante e impongono il cavallo di ritorno per la restituzione: tre arresti

MESSINA - I carabinieri hanno eseguito stamani un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Salvatore Santangelo, 39 anni, Alfio Petralia, 48 anni, e Antonino Nicosia, 26 anni, per furto e tentativo di estorsione.

L'operazione ha permesso di scoprire che i tre sarebbero gli autori di un furto nel ristorante di Taormina "Tiramisù", di circa 200 bottiglie di vini pregiati per un valore di 40 mila euro. I ladri durante il colpo avevano distrutto la vetrina posta a protezione di vini, avevano sradicato il sistema d'allarme dal muro e divelto il lucchetto e la porta laterale. Il locale era stato inoltre completamente messo a soqquadro e quasi distrutto.

I ladri chiesero anche il pagamento di un riscatto minacciando, in caso contrario, la distruzione dell'intera refurtiva. Dopo la denuncia dei titolari del locale però i carabinieri sono riusciti a risalire ai presunti autori del raid.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.