Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 18 novembre 2017

Rigettato trasferimento in struttura sanitaria


PALERMO - Il Gip di Palermo ha convalidato l'arresto di Giuseppe Pecoraro, che ha confessato di aver ucciso il clochard Marcello Cimino, nella notte tra venerdì e sabato scorsi, gettandogli benzina addosso mentre dormiva sotto i portici della Missione San Francesco, nel capoluogo siciliano, e bruciandolo vivo la notte del 10 marzo.

L'uomo ieri aveva risposto alle domande del Gip e del pm Maria Forti raccontando nuovamente la vicenda e confermando che il movente è stato la gelosia. Aveva anche detto di essersi pentito. Gli avvocati Brigida Alaimo e Carolina Varchi avevano chiesto il trasferimento del reo confesso in una struttura sanitaria a causa di una depressione di cui Pecoraro soffrirebbe. Ma il giudice ha rigettato l'istanza disponendo la custodia cautelare in carcere.




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.