Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 27 maggio 2017

Pubblicato: 13/03/2017

False fatture per evadere il fisco

Acireale. Sequestrati beni per 500.000 euro a una societÓ di prodotti igienico-sanitari

CATANIA - La Guardia di Finanza di Catania ha sottoposto a sequestro conti correnti e beni dell’amministratore di una società acese, attiva nel commercio di prodotti igienico-sanitari, che ha evaso 500 mila euro tra imposte dirette e Iva.

L’impresa, mediante l’utilizzo di fatture che attestavano falsamente il sostenimento di costi per 1 milione di euro, era riuscita a ridurre in modo considerevole il proprio reddito e quindi la relativa tassazione.

I militari, attraverso l’analisi della documentazione sequestrata durante la perquisizione eseguita presso il magazzino e il punto vendita della società, hanno accertato che i servizi di trasporto attestati con tali documenti, in realtà, non erano mai avvenuti e che le fatture erano state emesse da un’impresa di servizi, sempre riconducibile allo stesso nucleo familiare della società verificata, al solo fine di consentire a quest’ultima l’evasione delle imposte.

Denunciati entrambi i rappresentanti legali delle società coinvolte nella frode. E' scattato il sequestro preventivo di 2 appartamenti ad Aci Sant’Antonio, 2 polizze assicurative e 6 conti correnti.




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.