Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdý, 21 luglio 2017

Siracusa: uccise il padre a coltellate
il figlio condannato a 16 anni

Giudizio con rito abbreviato per Luigi di Noto, 28 anni, che al culmine di una lite aveva colpito per sei volte il genitore

SIRACUSA - E' stato condannato dal gup del Tribunale di Siracusa a sedici anni di reclusione Luigi Di Noto, 28 anni, accusato dell'omicidio del padre Giuseppe, 50 anni.

L'episodio delittuoso risale al 15 marzo dello scorso anno: al culmine di una lite in casa, in via La Marmora ad Avola, Luigi prese un coltello a serramanico e colpì sei volte il padre.

L'uomo venne subito ricoverato dell'ospedale Ferrarotto di Catania ma quattro giorni dopo morì per le gravi lesioni al petto e alla gola.

Il 28enne, con qualche problema psichico, è stato giudicato con il rito abbreviato. Il pubblico ministero, Marco Di Mauro, aveva chiesto al termine della sua requisitoriala condanna a sedici anni.




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.