Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
sabato, 22 luglio 2017

"Ottimismo sulla green economy in Sicilia"


CATANIA - "Gli investimenti di Enel ci permettono di guardare con ottimismo in Sicilia, anche perché c'è un forte legame col territorio. Che questo avvenga a Catania ha un valore speciale perché naturalmente sappiamo bene quanto nel futuro di questa terra e del Mezzogiorno siano fondamentali innovazione ma anche green economy ed energie rinnovabili. Per questo incoraggiamo Enel Green Power in queste attività", ha detto il premier Gentiloni commentando l'annuncio dell'amministratore delegato di Enel, Francesco Starace, di investire oltre 100 milioni nel sito siciliano.

"Dobbiamo dire basta allo scetticismo sulla green economy: è una realtà importante, non stiamo parlando dello chef vegano di Crozza. E' una frontiera che può accrescere il nostro Paese, soprattutto nel Mezzogiorno. Investimenti in questo settore sono uno dei asset fondamentali della nostra politica economica", ha continuato il premier.

"Il 46% delle imprese che hanno investito nell'ambiente esporta - ha ricordato - contro il 27% delle altre imprese. Un terzo delle imprese di questo settore sviluppa nuovi prodotti e servizi, contro il 18% degli altri. Anche nell'occupazione: circa il 49% delle assunzioni stagionali e no in industrie e servizi in imprese che più delle altre hanno investito nel settore ambientale". "La Green economy - ha concluso Gentiloni - è importante per lo sviluppo, e l'Italia in questo settore ha delle eccellenze di assoluta avanguardia".

IL PIANO DI INVESTIMENTI DI ENEL. "Lo sviluppo delle fonti rinnovabili e l'utilizzo di nuovi sistemi digitali sono la chiave strategica per essere costantemente all'avanguardia in un settore energetico in rapida evoluzione". Lo ha affermato l'amministratore delegato di Enel, Francesco Starace, durante un incontro nel sito Enel Green Power di Catania alla presenza del presidente del Consiglio dei ministri, Paolo Gentiloni.

L'ad ha presentato il programma di investimenti aziendali da oltre 100 milioni di euro complessivi nel polo tecnologico siciliano di Enel. Il progetto prevede un investimento superiore a 80 milioni di euro per la fabbrica fotovoltaica 3Sun e di 20 milioni per l'Innovation Lab.

"Grazie a questo investimento da oltre 100 milioni di euro - ha sottolineato Starace - riusciremo a portare sul mercato soluzioni energetiche sempre più affidabili e sostenibili. Per trovare le idee migliori e le tecnologie più innovative ci apriamo verso l'esterno e nell'Innovation Lab collaboreremo con le più promettenti start up nazionali e internazionali. Siamo particolarmente orgogliosi di aver realizzato un polo di eccellenza tecnologica a Catania, promuovendo la creazione di un tessuto imprenditoriale attento ai giovani nel Sud Italia".

In particolare, la linea di assemblaggio della fabbrica 3Sun, già di proprietà dell''Enel e situata in prossimità di Passo Martino a Catania sarà trasformata per poter produrre moduli basati su una tecnologia innovativa ad alta efficienza. Sarà di tipo bifacciale a eterogiunzione di silicio amorfo e cristallino, una soluzione che garantisce alte performance, in termini di efficienza e producibilità, e un basso degrado del modulo.

Il primo modulo di nuovo tipo sarà realizzato nella prima parte del 2018, per arrivare rapidamente a una produzione di 240 MWp nel 2019. A Enel Innovation Lab, dove saranno investiti 20 milioni di euro, sono già presenti laboratori specialistici dell'azienda sulle fonti rinnovabili che permettono di sperimentare tecnologie innovative nel solare termico e fotovoltaico, nelle microgrid, nello storage e nell'eolico, con apparecchiature per test indoor e outdoor.

L'investimento sulla fabbrica 3Sun si lega sinergicamente a quello, da 20 milioni di euro, destinato all'Enel Innovation Lab dove sono già presenti laboratori specialistici dell'azienda sulle fonti rinnovabili che permettono di sperimentare tecnologie innovative nel solare termico e fotovoltaico, nelle microgrid, nello storage e nell'eolico, con apparecchiature per test indoor e outdoor.

Grazie al nuovo investimento, l'Innovation Lab diventerà un campus tecnologico ed un acceleratore di imprenditorialità giovanile destinato a stimolare la ricerca e l'innovazione nel settore energetico; ospiterà start up locali e nazionali, centri di ricerca di grande rilevanza nazionale e internazionale, avrà collegamenti con il mondo dell'innovazione anche tramite gli Innovation Hub di Enel in modo da costituire un luogo d'incontro delle eccellenze nel campo delle tecnologie innovative.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.