Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
giovedì, 27 aprile 2017

"Gentiloni a Catania, il solito copione"

Il premier sarà ricevuto sabato in municipio da Bianco. I sindacati: "Il sindaco lo porti a toccare con mano il vero volto sofferente della città"

CATANIA - Primi visita ufficiale da premier domani a Catania per il presidente del Consiglio Gentiloni. Alle 15 sarà ricevuto in municipio dal sindaco Enzo Bianco.

Dopo un breve colloquio con il primo cittadino, il premier prenderà parte, nel Salone Bellini di Palazzo degli elefanti, a un incontro al quale saranno presenti rappresentanti delle istituzioni e del mondo produttivo, la deputazione catanese e i sindaci della Città metropolitana. Subito dopo, nella Sala Giunta, avrà luogo un incontro con i giornalisti. Previsto anche un appuntamento nella sede Enel della zona industriale.

E sulla visita di Gentiloni non mancano le polemiche: "A distanza di pochi mesi dall'ultima volta di Matteo Renzi a Catania - affermano in una nota congiunta i segretari Ugl Metalmeccanici e Chimici, Angelo Mazzeo e Carmelo Giuffrida -, tocca al premier Paolo Gentiloni recarsi sotto l'elefante in visita per accettare l'invito del sindaco Enzo Bianco che, domani, mette in scena il solito copione a cui ormai non crede più nessuno, perché l'era delle suggestioni e degli annunci mirabolanti è ormai finita da tempo".

"Per la seconda volta il sindaco accompagna un Presidente del consiglio a visitare un'azienda della zona industriale presentandola come il fiore all'occhiello di un'affascinante 'Etna valley'", aggiungono Mazzeo e Giuffrida sostenendo che lo accompagna proprio nel punto dove "la condizione del manto stradale e il decoro ancora sono accettabili, rispetto al disastro dell'intero perimetro industriale".

"Ascolteremo la solita cantilena del Patto per Catania - sostengono dall'Ugl - divenuto oramai un mito, piuttosto che un fattivo strumento di rilancio della città metropolitana e soprattutto della zona industriale. Sentiremo l'ennesimo impegno mancato, come quello fatto da Renzi sulla realizzazione del potenziamento della rete elettrica a servizio della zona industriale prorogata al 2018!".

Per questo, auspicano Mazzeo e Giuffrida, che "il sindaco la smetta con gli spot, a cominciare da oggi, e cambi verso portando Gentiloni a toccare con mano il vero volto sofferente di Catania".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.