Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedì, 21 febbraio 2017

Messina, va via l'assessora alla Cultura

Daniela Ursino si dimette: "Provo disagio in un'amministrazione che non mi rappresenta"

MESSINA - L'assessora alla Cultura del comune di Messina Daniela Ursino ha rassegnato le sue dimissioni. Era stata nominata nel maggio scorso assieme a Luca Eller, che si è dimesso qualche settimana fa.

"Avverto lo stesso disagio di Eller - spiega Ursino - nello stare in un'amministrazione che sta assumendo toni sempre più vicini a una certa politica che non mi rappresenta e in cui non mi identifico".

Il sindaco Renato Accorinti nelle prossime ore dovrà nominare i nuovi assessori al bilancio e alla cultura. Visto che la mozione di sfiducia nei suoi confronti non è passata e dovrà restare sindaco fino a giugno 2018, dovrà presentare il programma per i prossimi mesi. Il primo cittadino lo farà domani in una conferenza stampa presentando i provvedimenti per rilanciare l'azione amministrativa.

Nel frattempo sono in atto spaccature in Fi e Pd, partiti divisi al loro interno per la sfiducia al sindaco. Il capogruppo del Partito Democratico Antonella Russo ha votato per la sfiducia e ha incassato l'appoggio del commissario del partito Ernesto Carbone, ma si è incrinato il rapporto con gli altri tre consiglieri Dem che hanno votato contro la mozione.

In Forza Italia Giuseppe Trischitta, che ha votato la sfiducia, ha accusato gli esponenti di Grande Sud e Fi che fanno capo a Genovese di aver stretto un patto con il sindaco per astenersi in aula.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.