Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedý, 25 luglio 2017

Indagine sui soccorsi ai profughi
"Chi c'Ŕ dietro le Ong?"

Nel mirino gli interventi delle organizzazioni umanitarie nel Canale di Sicilia. Il procuratore etneo Zuccaro: "Vogliamo capire che gioco fanno e da dove vengono tutti questi soldi"

CATANIA - La Procura di Catania ha aperto un'inchiesta conoscitiva sugli interventi in mare per soccorrere migranti da parte di Ong nel Canale di Sicilia. Lo scrive Repubblica citando il procuratore Carmelo Zuccaro, che al quotidiano dice: "Vogliamo capire chi c'è dietro tutte queste organizzazioni umanitarie che sono proliferate in questi ultimi anni, da dove vengono tutti questi soldi che hanno a disposizione e soprattutto che gioco fanno".

Zuccaro precisa che non è stato aperto nessun fascicolo: "Soltanto un'analisi su un fenomeno che stiamo studiando da tempo, ovvero il proliferare di nuove e piccole Ong, non certo quelle importanti da tempo impegnate in una grande opera umanitaria. Abbiamo osservato un aumento di piccole Ong che sono impegnate nel salvataggio di migranti con alle spalle ingenti capitali. Vogliamo capire chi ci sia dietro e che cosa nasconda questo fenomeno. Stiamo facendo un ragionamento molto attento, ma non ci sono gli elementi per aprire un fascicolo, soltanto per proseguire la nostra analisi".

Il procuratore Zuccaro sottolinea, invece, il "grande lavoro per l'impegno e la professionalità manifestate dalle Ong storiche e di grande spessore". Secondo un rapporto di Frontex all'Ue ai migranti "vengono date chiare istruzioni prima della partenza sulla direzione da seguire per raggiungere le imbarcazioni Ong", le cui navi spesso si spingerebbero vicino la costa libica come dei 'taxi', ipotizzando presunti "contatti con scafisti".




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.