Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
lunedý, 29 maggio 2017

Pubblicato: 10/02/2017

Presi 4 pusher nel Ragusano

Operazione antidroga della polizia: sequestrati stupefacenti e contanti per oltre 2.000 euro

RAGUSA - Quattro persone arrestate, una denunciata, 15 perquisizioni, oltre 500 grammi tra marijuana, hashish, cocaina ed eroina e quasi 2.000 euro sequestrati. E' questo il bilancio della Polizia di Stato nel Ragusano nell' ambito dell'operazione 'Pusher', che ha coinvolto le Squadre Mobili di tutta Italia. A Ragusa la squadra mobile ha arrestato Giuseppe Sanna, di 37 anni, che nonostante fosse agli arresti domiciliari, spacciava marijuana nella ore di permesso che gli erano state accordate.

Condotto negli uffici della squadra mobile, la sua preoccupazione era quella di non farsi foto segnalare perché non voleva che la gente vedesse la sua foto sui media. La seconda persona arrestata dalla squadra mobile di Ragusa è un'albanese di 23 anni, Dragan Hasanaj, irregolare sul territorio italiano trovato in casa con quasi 300 grammi di marijuana, bilance di precisione, materiale per il confezionamento e oltre 1.500 euro.

Ad Ispica gli agenti del Commissariato di Modica hanno arrestato una coppia di conviventi, Maria Barrera, di 35 anni, ed un tunisino di 30, Othmane Ghobtane, che spacciava eroina nella sua abitazione. A Marina di Ragusa un 36enne è stato denunciato perché in casa e nel suo negozio sono stati sequestrai 100 grammi di marijuana e hashish.




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.