Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
mercoled, 18 ottobre 2017

A Catania furbetti dell'Asp: 19 indagati
C' il fratello dell'ex governatore

Assenteismo nelle sedi di Gravina, Tremestieri Etneo e Sant'Agata li Battiati: chiesto il rinvio a giudizio anche per Angelo Lombardo

CATANIA - Diciannove dipendenti dell'Azienda sanitaria provinciale di Catania sono indagati per truffa dalla Procura per casi di assenteismo nelle sedi di Gravina, Tremestieri Etneo e Sant'Agata li Battiati. Tra loro anche Angelo Lombardo, fratello dell'ex governatore della Regione Sicilia e ex leader del Mpa Raffaele, a processo per concorso esterno all'associazione mafiosa.

Al centro delle indagini accertamenti dei carabinieri del Nas che hanno piazzato delle telecamere davanti all'orologio marcatempo di ingresso e uscita dal lavoro. L'osservazione è durata per brevi periodi alla fine del 2014. L'accusa, a vario titolo, è di essersi allontanati dal lavoro dopo avere timbrato o di avere affidato il proprio badge a altri colleghi che lo 'strisciavano' in loro assenza.

Il procuratore Carmelo Zuccaro e il sostituto Fabio Regolo hanno chiesto il loro rinvio a giudizio. L'Asp si è costituita parte civile con l'avvocato Isabella Altana. La decisione del Gup Alessandro Ricciardolo è prevista il 6 marzo.




Per commentare l'articolo necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso necessaria la verifica, baster cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.