Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
lunedì, 27 marzo 2017

Pubblicato: 08/02/2017

Differenziata, Belpasso batte tutti

Il Comune etneo al primo posto in Sicilia tra quelli con più di 20.000 abitanti. Il sindaco: "Fondamentale la videosorveglianza"

BELPASSO (CT) - Belpasso conquista un altro primato nella raccolta differenziata dei rifiuti e con la percentuale del 68,92% si colloca al primo posto in Sicilia tra i comuni con più di 20.000 abitanti. I risultati emergono dalla classifica pubblicata dall’Ufficio Speciale per il Monitoraggio della Raccolta Differenziata della Regione Siciliana e riguardano il periodo Giugno-Novembre 2016.

Belpasso, comune con 28.181 abitanti, svetta decisamente in classifica con un trend in netta crescita e in assoluta controtendenza rispetto a una media provinciale (Catania) di raccolta differenziata inchiodata al 14,7% e regionale del 19,21%. Per il sindaco, Carlo Caputo, si tratta di un risultato eccellente che premia le politiche sui rifiuti adottate dall’Amministrazione comunale.

"Con il nuovo appalto rifiuti introdotto ​nel 2016 - spiega Caputo - abbiamo ​migliorato tutto il sistema comunale di raccolta differenziata, passando dal 41% di giugno al 58% di agosto per arrivare a quasi il 69% di novembre, risultato che ci premia come primo comune siciliano per differenziata tra le città con più di 20.000 abitanti. Solo nove comuni hanno fatto meglio di noi​, uno di questi ha meno di 20.000 abitanti e ​otto sono sotto i 10.000 abitanti".

"Alla nuova gestione della raccolta porta a porta, attuata scrupolosamente dalla ditta Balestrieri, con cui siamo in costante dialogo per raggiungere i migliori risultati, si aggiunge tutta la nostra politica di controllo del territorio, con videosorveglianza fissa e mobile nei punti critici e con la repressione che ci ha portato ad elevare oltre 300 verbali a chi sversa impropriamente i rifiuti. Gli effetti pratici di questa buona condotta nella gestione dei rifiuti saranno sotto gli occhi dei cittadini a partire dalle prossime bollette della Tarsu, che saranno già meno care grazie al sistema virtuoso​: i belpassesi non pagheranno l’Ecotassa regionale di 70 € prevista per chi non supera il 60% di differenziata".

Il sindaco, inoltre, vuole puntare sulla formazione continua dei cittadini. "Aver raggiunto dei buoni risultati non vuol dire che dobbiamo fermarci, anzi bisogna crescere ancora per raggiungere percentuali più alte. Anche per questo abbiamo pianificato una campagna di formazione-informazione sulla differenziata rivolta agli studenti delle scuole dell'obbligo. Saranno coinvolti tutti gli studenti delle medie e le quarte e quinte classi delle elementari. Le giornate partiranno dal 14 marzo e saranno realizzate ogni anno. È importante sensibilizzare i più giovani per fare ancora meglio".




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.