Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdý, 21 luglio 2017

Pubblicato: 06/02/2017

Grillo lancia l'iDay in Sicilia

Elezioni regionali. Il messaggio sul blog: "Dall'11 febbraio al 12 marzo saremo in 150 piazze". Sabato Di Maio a Palermo. Cancelleri: "Di Matteo nostro candidato? Voci strumentali"

PALERMO - "Le elezioni regionali si avvicinano e per il M5s discutere e confrontarsi sui temi è una prassi irrinunciabile. Per questo motivo la scrittura del programma, col quale ci presenteremo alla competizione elettorale, avverrà grazie al contributo di tutti i siciliani. Per farlo abbiamo organizzato l'iDay, una grande festa di democrazia partecipata: ci ritroveremo in più di 150 piazze dell'isola, dall'11 febbraio al 12 marzo, e scriveremo insieme il programma di governo per la nostra terra".

E' quanto si legge in post sul blog di Beppe Grillo. "Le idee migliori verranno discusse e votate su Rousseau, il sistema operativo del M5s, ed entreranno a far parte del programma con cui ci presenteremo alle prossime elezioni regionali", annuncia il post firmato dal movimento.

L'iDay partirà da Palermo, in piazza Massimo proprio di fronte al teatro. Sabato prossimo a Palermo ci sarà anche Luigi Di Maio a fianco dei deputati regionali pentastellati e degli attivisti. "A breve renderemo note le tappe dell'iDay - dice il deputato regionale Giancarlo Cancelleri - con gli incontri in programma nei fine settimane in giro per la Sicilia. Poi sottoporremo le proposte raccolte al voto nella piattaforma Rousseau".

Il M5s voterà on line per le regionali subito dopo avere depositato le liste per le amministrative in programma in primavera. "Avvieremo l'iter delle regionali dopo che avremo chiara la mappa delle liste alle comunali - dice Giancarlo Cancelleri, deputato regionale all'Assemblea siciliana, parlando delle elezioni regionali del prossimo autunno -. Penso che tra giugno e luglio avremo i nomi del nostro candidato alla presidenza della Regione e di quelli dei componenti della lista per le regionali".

Il metodo dovrebbe essere quello adottato per le 'comunarie' a Palermo, con i primi 5 più votati tra i candidati a far parte della lista, che si contenderanno al secondo turno on line la candidatura a governatore per il movimento di Grillo. Ma non è escluso qualche piccola modifica.

"Forse sarebbe opportuno che chi vuol candidarsi a governatore lo indichi al momento della presentazione della propria disponibilità a far parte della lista - afferma Cancelleri - Ma decideremo tutti insieme". In questo modo si eviterebbe quanto accaduto a Palermo, dove alcuni candidati per la lista delle comunali si sono ritrovati tra i primi cinque più votati dal web, e dunque in lizza per essere votato come candidato sindaco, senza avere però questa seconda ambizione.

"Confermo che mi candiderò per la presidenza della Regione siciliana e mi aspetto che lo faccia anche qualche altro mio collega dell'Assemblea regionale. La scelta poi spetterà agli attivisti che voteranno sulla piattaforma Rousseau", ha annunciato Cancelleri che si candidò alla presidenza della Regione nel 2012, arrivando terzo, dietro a Rosario Crocetta (Pd), eletto governatore, e a Nello Musumeci, precedendo invece Gianfranco Miccichè. E' stato il primo capogruppo del M5s all'Ars all'inizio di questa legislatura, poi sostituito nel ruolo dagli altri parlamentari dei 5stelle in base al metodo della rotazione adottato dal movimento.

Cancelleri smentisce le voci su un eventuale impegno politico di Nino Di Matteo, pm dell'inchiesta Stato-mafia, a fianco dei 5stelle: "Siamo lusingati ogniqualvolta esca il nome di Di Matteo accostato ai 5stelle o quando lui spende parole positive nei confronti del movimento, come ha fatto nel caso del codice etico che abbiamo adottato. Ma non vorrei che dietro alle voci insistenti che lo danno come nostro candidato alla Regione siciliana ci sia l'azione di qualcuno che voglia delegittimarlo, proprio accostandolo al movimento. Il M5s stima Di Matteo, io non conosco i suoi gusti politici, spero certamente che vada avanti col suo lavoro".




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.