Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
mercoledý, 29 marzo 2017

Regione: mancano i titoli di spesa
stop fondi per disabili e disoccupati

Cancellati dal bilancio 320.000 euro destinati a soggetti disagiati, associazioni e oratori

PALERMO - Mancano i titoli di spesa, così la Ragioneria centrale della Regione cancella dal bilancio del 2016 fondi per circa 320 mila euro: si tratta di soldi che era stati appostati nell'esercizio contabile per disabili, disoccupati, soggetti disagiati, associazioni e oratori.

Con diverse circolari, la Ragioneria aveva richiamato i servizi finanziari dei vari dipartimenti a trasmettere i relativi titoli di spesa delle variazioni di bilancio che vengono emesse per decreto. A chiusura dell'esercizio di bilancio ogni dipartimento è tenuto a depositare i titoli di spesa, ma a consuntivo alcuni dipartimenti non hanno consegnato la documentazione richiesta e necessaria per la contabilizzazione definitiva, per cui la Ragioneria ha annullato le variazioni.

I finanziamenti cancellati riguardano alcuni capitoli del bilancio del dipartimento Famiglia e politiche del lavoro, che assegnavano le risorse a consultori, oratori e associazioni per il sostegno alle relazioni familiari, progetti in favore dei soggetti disagiati proposti e gestiti dalle associazioni di assistenza e beneficienza, interventi per l'obiettivo III del Por, fondi per l'occupazione dei disabili e per il credito d'imposta regionale per l'incentivazione dell'occupazione. Soppressi anche contributi in favore degli emigrati.




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.