Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
giovedý, 27 aprile 2017

Sindaco Accorinti apre il Comune ai clochard


MESSINA - Considerata l'ondata di gelo il sindaco di Messina Renato Accorinti ha deciso di dare l'opportunità a tutte le persone senza tetto, di sostare e dormire momentaneamente nella sede del Comune di Messina, sino a quando le temperature non si alzeranno. La polizia municipale in servizio a Palazzo Zanca accompagnerà tutti coloro che si presenteranno in uno spazio a loro dedicato.

"La nostra amministrazione ha come priorità aiutare gli ultimi per questo stiamo accogliendo i clochard al Comune e invito tutti i sindaci in Italia a fare lo stesso vista l'ondata di gelo che sta colpendo il Paese", ha detto Accorinti. "Questa iniziativa di accogliere i clochard al Comune - aggiunge - oltre che nelle altre strutture che abbiamo creato in città è nata ieri quando uscendo dalla messa per l'insediamento dell'arcivescovo sotto il portico ho visto un senzatetto infreddolito, e gli ho detto di entrare al Comune. Lui inizialmente non voleva ma ieri sera c'era tropo freddo ed io ero molto preoccupato. L'ho così convinto e lui ha preso le sue cose ed è stato collocato in uno spazio molto protetto del Comune dove c'è anche uno bagno vicino. Gli è stato anche dato da mangiare".

"Ho detto ai vigili urbani che - prosegue - se fossero arrivati altri clochard di farli entrare e dare loro le coperte. La Casa di Vincenzo, dove ospitiamo già i clochard era piena e quindi ci siamo resi conto che molti potevano in questi giorni soffrire al freddo. Nei prossimi mesi se troveremo dei fondi finanzieremo la realizzazione di altre strutture per i meno fortunati".




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.