Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
mercoledì, 22 febbraio 2017

Pubblicato: 06/01/2017

Amt, mistero sulla nomina di La Rosa

L.Cil. / 
Il tribunale di Catania avrebbe revocato l'incarico all'attuale presidente per mancanza dei requisiti. La replica: "Non ne so nulla, ci sono interessi che non comprendo"

CATANIA - “Un commissario all'Amt. E' Francesca Zangara, nominata dal tribunale civile di Catania dopo che il collegio dei revisori aveva verificato che l'amministratore Puccio La Rosa, nominato pochi mesi fa, non aveva i requisiti. Il tribunale ha quindi revocato la nomina e designato il nuovo commissario”.

Una velina letta alla fine del TgR della notte del 5 gennaio che rimbalza sui social network e crea clamore, se non altro perché investe una delle nomine di sottogoverno più discusse della giunta Bianco a Catania.

Una notizia che il diretto interessato, Puccio La Rosa, giudica “priva di fondamento visto che non ho ricevuto alcun provvedimento di revoca”. Ma spiega: “Potrebbe trattarsi della nomina di un curatore speciale. Nei mesi scorsi, infatti, l'Amt ha ricevuto un atto di citazione fatto dal Collegio dei sindaci con il quale veniva impugnata la delibera dell'assemblea dei soci del 22 settembre 2016, contestando la mia nomina e quella dell'ingegner Mandarano, per una presunta mancanza di requisiti previsti dall'articolo 22 dello statuto. Per questa citazione, entrambi siamo stati chiamati in giudizio il 28 di aprile. In questo contesto potrebbe essere stato designato un legale che sostanzialmente tuteli l'azienda in questo procedimento per evitare possibili conflitti di interesse tra le parti”.

L'azienda municipale trasporti di Catania, non è un mistero, fa gola alla politica regionale e provinciale. Non è un caso che la presidenza di Puccio La Rosa sia stata sostenuta dall'ala Pd che fa riferimento ai deputati regionali Sudano-Sammartino. A breve bisognerà nominare il nuovo direttore generale ed è previsto un importante investimento, con una parte dei fondi del Pon Metro, circa 90 milioni di euro, per rinnovare la flotta aziendale. Curiosa casualità, poi, la nomina del nuovo commissario Francesca Zangara, moglie del vice presidente di Confindustria, Ivan Lo Bello.

“Confermo di avere i requisiti richiesti – sottolinea il presidente La Rosa – avvalorati anche da un autorevole parere del professore Agatino Cariola che ho trasmesso al Comune di Catania, al collegio sindacale dell'azienda trasporti e all'Amt. Se ci sarà una causa civile dimostreremo le nostre ragioni in tribunale”.

Ma la modalità della presunta revoca e la divulgazione della notizia lasciano più di qualche dubbio a La Rosa. “Sull'Amt di Catania sembrano esserci spinte e interessi che non comprendo, notizie che a me risultano prive di fondamento. Forse a qualcuno dà fastidio la nostra gestione improntata al rigore e alla serietà che è sotto gli occhi di tutti – conclude – Abbiamo fatto risparmiare al Comune 400mila euro di spese di assicurazione, è calata il tasso di assenteismo del personale, abbiamo recuperato risorse aggiuntive dalla Regione, ma soprattutto abbiamo restituito serenità e tranquillità ai lavoratori. A questo punto ritengo che ci sarà qualcuno che ha interessi opposti”.

Twitter: @LucaCiliberti




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.