Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedì, 17 ottobre 2017

Pubblicato: 24/12/2016

Acque inquinate, indagato Accorinti

Il sindaco di Messina, un dirigente comunale e i vertici Amam coinvolti nell'inchiesta sulle condotte fognarie che scaricano direttamente in mare

MESSINA - E' stato notificato un avviso di garanzia al sindaco di Messina, Renato Accorinti, al dirigente comunale Antonio Amato, al presidente dell'Amam Leonardo Termini e all'ormai ex direttore generale dell'Amam Luigi La Rosa, in merito all'inchiesta sull'inquinamento ambientale delle foci di alcuni torrenti a Messina. Contestati diversi reati reati di natura ambientale.

Giovedì scorso erano stati sequestrati nove scarichi a mare oltre il quadro dei comandi del depuratore di Mili poiché alcune tubature e condotte fognarie sversano direttamente in mare materiale altamente inquinante. Indagano carabinieri, guardia forestale e forestale.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.