Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdý, 23 giugno 2017

Pubblicato: 10/12/2016

"Il Patto per il Sud Ŕ giÓ realtÓ"

Crocetta smentisce il blocco della Corte dei conti: "GiÓ decretati i finanziamenti per 19 Comunii"

PALERMO - "Non c’è nessun blocco dei fondi del Patto per lo sviluppo della Sicilia e dei fondi europei. Tant’è che già questa settimana abbiamo finanziato i primi 19 progetti di riqualificazione urbana nei comuni e altri ne verranno finanziati nei prossimi giorni". Il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta smentisce la bocciatura della Corte dei Conti circolata ieri.

"La decisione della Corte, addirittura, accelera la possibilità di spesa dei fondi del Patto e dell’impiego di tutti i fondi nazionali, evitando di dare parere preventivo sulla spesa. Tale parere non è necessario, perché sui fondi si è già espressa la Corte dei Conti nazionale e un eventuale parere regionale avrebbe determinato - quello sì - un incremento dei tempi di attesa".

"In poche parole - aggiunge Crocetta - la Corte, con tale decisione, ha accelerato i tempi dell’attuazione del Patto per il Sud che, voglio precisare, è già partito. Rimane invariata, come nel passato, la procedura per i fondi europei, dove il parere continua a essere previsto. Già alcuni bandi sono stati inviati alla Corte e altri saranno inviati nei prossimi giorni. Stiamo lavorando spediti e - conclude il presidente - il Patto per il Sud è già realtà".




Articoli correlati:

Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.