Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdý, 26 maggio 2017

"Il governo sarÓ solidale con le popolazioni colpite dall'alluvione"


PALERMO - Il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, si è recato oggi nei territori dell’Agrigentino colpiti dalla recente alluvione. Negli incontri avuti avuti a Ribera e Sciacca – in quest’ultima visita è intervenuta anche Beatrice Lorenzin, ministro della Salute - coi sindaci, ha annunciato misure immediate a favore dei territori alluvionati della Sicilia occidentale e orientale.

"Un’altra grande sofferenza – ha detto Crocetta incontrando i familiari dell’uomo disperso a Sciacca - è quella dei nostri due siciliani uno di Letojanni e l’altro di Sciacca, che non riusciamo a trovare". Il presidente ha rassicurato i familiari che lo Stato continuerà nell’azione di ricerca e che non abbandonerà le famiglie.

"Gli interventi individuati dal governo siciliano – aggiunge il presidente – sono di tre livelli. Il primo è quello che riguarda il ripristino della viabilità, sia nelle aree urbane che in quelle rurali, dove si rischia per l’interruzione delle vie di accesso, di non poter effettuare la raccolta delle arance e un finanziamento con apposito emendamento nella manovra di assestamento di bilancio, che sarà predisposto lunedì, per fronteggiare le spese dell’emergenza; un secondo livello riguarda la dichiarazione dello stato di calamità; il terzo livello riguarda lo stanziamento dei fondi per gli interventi necessari alla riparazione dei danni e di interventi strutturali necessari per evitare che fenomeni di questo tipo di verifichino ancora".

"Il provvedimento - continua il governatore - verrà deliberato dalla giunta la prossima settimana, non appena la protezione civile completerà la stima dei danni. Per quanto attiene alle possibili misure di ristoro nei confronti dei privati danneggiati, si potrà intervenire dopo la certificazione da parte della protezione civile dei danni realmente subiti".

"Agiremo con la stessa velocità con la quale siamo intervenuti per Licata, evitando di fare come si faceva in passato, quando alla dichiarazione dello stato di calamità, non seguiva alcuno stanziamento di risorse. Questa volta – conclude Crocetta - le risorse ci saranno e saranno immediatamente disponibili".




Per commentare l'articolo Ŕ necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, Ŕ possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso Ŕ necessaria la verifica, basterÓ cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.