Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
mercoledì, 22 febbraio 2017

Bocciati i fondi per il G7 di Taormina
Crocetta furibondo con l'Ars

Non passa in commissione lo stanziamento di 1,2 milioni. Il governatore: "Pur di andarmi contro fanno danni enormi"

PALERMO - E' furibondo con l'Assemblea siciliana il governatore Rosario Crocetta per le norme tagliate nella manovra di assestamento in commissione Bilancio. "Pur di andarmi contro fanno danni enormi alla Sicilia", dice Crocetta, conversando con i cronisti a margine di un convengo.

Il riferimento è ad alcune norme presentate dal governo nella manovra e non approvate in commissione dove c'è stato un duro scontro trasversale sull'assestamento. Una tra tutti quella che stanziava 1,2 milioni di euro per il G7 di Taormina del prossimo anno. "Ma che pensano che io abbia interessi particolari - sbotta il governatore -? Erano fondi a sostegno di una iniziativa di carattere mondiale che offrirà alla Sicilia una enorme opportunità".

L'aula comincerà l'esame degli articoli lunedì prossimo. Crocetta auspica che "chi ha deciso di eliminare quella norma si prodighi per riproporla in aula". "Comunque sia va ripresentata", aggiunge. E stigmatizza la scelta di abolire altre norme, come quelle per l'internazionalizzazione.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.