Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
domenica, 22 ottobre 2017

Il sindaco annuncia la nascita di un Digital innovation hub


CATANIA - "Catania per la presenza della banda ultralarga e dell'Agenzia Vulcano che partiranno nel 2017, è la città ideale per la nascita dei Digital innovation hub per dare supporto alle imprese nella conversione al digitale". Il sindaco Enzo Bianco ha annunciato con Elio Catania, presidente nazionale di Confindustria Digitale, la nascita in tempi strettissimi di uno dei Dih - gli altri nasceranno a Milano, Torino, Venezia, Pordenone, Roma, Napoli e Bari - studiati per promuovere piattaforme di filiera e reti d'impresa 4.0 e programmi di formazione per manager e dipendenti delle piccole e medie aziende. E tra gennaio e febbraio Confindustria e il Comune organizzeranno a Catania un workshop sull'argomento.

"La mia idea - ha affermato Bianco - è quella di entrare nel network sia il Comune sia l'Agenzia di sviluppo locale Vulcano che, finanziata con il Pon Metro, sta per partire. Ma poiché la velocità è un elemento indispensabile, il Digital Innovation Hub potrà partire provvisoriamente grazie a una collaborazione tra Comune, Confindustria e altri soggetti".

Dalla discussione è emersa la possibilità di siglare al più presto un protocollo d'intesa coinvolgendo varie facoltà dell'Università di Catania, Cnr, aziende come ST, Telecom, Vodafone, Almaviva e H Farm, e, naturalmente le imprese locali. Ciò per consentire di far partire subito il Digital innovation hub che dovrebbe trovare provvisoriamente ospitalità in una struttura della zona industriale di Catania e in cui personale esperto possa consigliare le aziende come convertirsi al digitale.

E' stato costituito gruppo guida per preparare la firma del protocollo che si riunirà già dalla prossima settimana. Il Dih di Catania dovrebbe occuparsi inizialmente delle imprese della città metropolitana per estendersi poi a tutto il Distretto della Sicilia sudorientale.

Il sindaco ha anche chiesto a Catania un supporto per un salto di qualità sulla digitalizzazione della pubblica amministrazione locale che, oltre a offrire servizi telematici ai cittadini, consenta anche di semplificare il lavoro delle aziende, a cominciare dalle partecipate comunali.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.