Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
venerdì, 28 luglio 2017

Marijuana tra le serre di pomodori
in manette padre e due figli

Gela. Sequestrati quaranta chili di droga, trovate mille piante pronte per la raccolta. FOTO

GELA (CALTANISSETTA) - Una maxi piantagione di marijuana è stata sequestrata dalla polizia nelle campagne di Gela, in contrada "Spina Santa", tra le serre dove si coltiva pomodoro ciliegino.



Nel fondo agricolo sono state rinvenute mille piante di canapa indiana mature per la raccolta e altri 40 kg della stessa droga già essiccata, frazionata in cassette e pronta per essere venduta. Secondo gli inquirenti, il valore commerciale si aggirerebbe sui 3 milioni di euro.



Tre persone, padre e due figli, che conducevano il podere, sono stati arrestati e rinchiusi nel carcere di contrada "Balate" con l'accusa di "coltivazione, produzione e detenzione di sostanza stupefacente destinata allo spaccio".



Sono Rosario Giannone, di 58 anni, e i suoi figli Nunzio, di 36 anni e Giuseppe Salvatore di 32 anni, tutti con precedenti specifici. Le indagini della polizia proseguono per identificare eventuali complici e sgominare la rete di spaccio della droga.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.