Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
martedì, 24 gennaio 2017

Mamme e figli in coda per gli youtubers

Bolgia di genitori e ragazzi a Catania per incontrare I Pantellas, autentiche star del web

CATANIA - Genitori in fila insieme con i figli, ieri a Etnapolis, per conoscere da vicino I Pantellas, gli youtubers più popolari del momento che hanno incontrato il proprio pubblico siciliano in un gremitissimo evento “formato famiglia”.

Jacopo Malnati e Daniel Mariangiolo sono due 26enni della provincia di Varese che da qualche anno spopolano su Youtube e non solo: a breve torneranno in televisione su Colorado di Italia 1 mentre a metà ottobre esce il libro, dove raccontano i retroscena dei loro video storici.



Quelli per cui i ragazzini ieri erano in fila a Etnapolis sin dalle 14. “A me piace quello di GTA”, dice Simone, 13enne di Paternò come il suo amico Enrico. E basta nominare quel video – quasi 4,5 milioni di visualizzazioni per una sit-com in cui i Pantellas raccontano il delirio di chi ha giocato ai videogames per 72 ore di seguito – perché entrambi comincino a ridere.

In coda c’è anche Carla, 13 anni, che li ha conosciuti da poco e si è divertita con il video dei tormentoni dell’estate 2016. Da San Nicola, frazione di Aci Catena, è arrivata Lorena, mamma di Simone, che casualmente sfoggia una t-shirt uguale identica a quella di Jacopo e non fa mistero di essere orgoglioso di avere gli stessi gusti del suo beniamino.

Da Augusta, partiti dopo pranzo, sono arrivati Giuseppe e Cristina con una “cucciolata” di ragazzini. “Figli nostri e loro amichetti. Come fai a dire di no: pazienza, ci mettiamo in fila e facciamo gli adolescenti”, dicono rassegnati ma felici. Mentre da Agira è arrivata Maria con il figlio Alessio, 10 anni. Lui, timido, la tiene per mano. E così, stretti ed emozionati, arrivano sotto il palco di Jacopo e Daniel.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.