Facebook | Twitter | RSS | Scrivi alla redazione
lunedì, 26 giugno 2017

Venezia, è siciliano l'unico film italiano premiato

Riconoscimento per "Liberami", documentario sull'esorcismo della regista Di Giacomo. Anteprima a Palermo il 14 settembre

VENEZIA - A Venezia 73 per l'Italia un solo premio: a "Liberami", il film documentario sull'esorcismo in Sicilia oggi, con la regia di Federica Di Giacomo.

L'assessore regionale al Turismo Anthony Barbagallo e il direttore dell'ufficio Speciale per il Cinema e l'Audiovisivo/Sicilia Film Commission, Alessandro Rais, esprimono grande soddisfazione per l'importante riconoscimento tributato al cinema siciliano con la vittoria del film della Di Giacomo.

"Il prestigioso riconoscimento - dice Barbagallo - a un documentario realizzato in Sicilia, da noi cofinanziato e curato da numerosi professionisti siciliani, conferma ancora una volta il successo della scelta strategica di aver sostenuto - nell'ambito del progetto Sensi Contemporanei - la nascita in Sicilia dell'unico corso di cinema documentario della Scuola Nazionale di Cinema, finanziando il percorso didattico della sede Sicilia del Centro Sperimentale di Cinematografia di Palermo".

"E soprattutto consolida la linea vincente di puntare, con bandi specifici e azioni di formazione permanente e di internazionalizzazione, sulla filiera dell'audiovisivo siciliano proprio a partire dal vivacissimo bacino del documentario. Siamo orgogliosi perché i riconoscimenti - conclude - si moltiplicano, così come i ritorni economici positivi sull'intera filiera del cinema e dell'indotto in Sicilia".

L'anteprima assoluta del film Liberami, dopo i successi veneziani, sarà a Palermo il 14 settembre, alle 20.30 al Cinema Rouge et Noir, nell'ambito degli Italian Doc Screenings.




Per commentare l'articolo è necessario autenticarsi tramite un account Facebook, Twitter o Google. In alternativa, è possibile registrarsi su Disqus utilizzando un indirizzo di posta elettronica valido (solo per primo accesso è necessaria la verifica, basterà cliccare sul link che riceverete nella casella di posta indicata). Grazie per la collaborazione.
Importante: i commenti e i nickname non dovranno contenere espressioni volgari o scurrili, offese razziali o verso qualsiasi credo o sentimento religioso o abitudine sessuale, istigazioni alla violenza.
La redazione si riserva di cancellare commenti ritenuti non idonei.